Il Prof. Alessandro Mugelli, Ordinario di Farmacologia e Direttore del Dipartimento NEUROFARBA Neuroscienze, area del Farmaco e Salute del Bambino presso l’Università di Firenze, illustra caratteristiche, qualità e sicurezza di un nuovo farmaco bioequivalente a base di Omega-3. Il Prof. Mugelli spiega inoltre la differenza tra farmaci (specialità farmaceutica) e integratori, questi ultimi non soggetti ai controlli di sicurezza e qualità necessari per l’immissione in commercio.

Il fatto che l’Agenzia Regolatoria abbia accettato il primo generico bio-equivalente come uno dei farmaci Omega-3, dà tutte le garanzie che la formulazione abbia tutte le caratteristiche che deve avere un farmaco, in termini di purezza e in termini di sicurezza.
È evidente che nel momento in cui parliamo di integratori alimentari il processo che porta alla commercializzazione è molto diverso rispetto a quello di un farmaco: quindi nell’integratore non abbiamo le stesse garanzie che abbiamo nella catena che porta una sostanza a diventare farmaco.
Questa formulazione è stata equiparata ai farmaci, ed è un equivalente dei farmaci “branded” che sono in commercio: quindi ha lo stesso identico profilo di efficacia e sicurezza di un farmaco, cosa che evidentemente non possiamo sapere per un integratore di cui spesso non sappiamo neanche esattamente se la quantità che viene dichiarata corrisponde a quella reale.