Il cibo può essere l’alleato migliore per mantenere il peso forma e smaltire il grasso in eccesso. Sembra paradossale, ma è proprio così: scegliendo gli alimenti giusti con una dieta metabolica, è possibile riattivare e velocizzare l’attività metabolica, aiutando l’organismo a bruciare più efficacemente le calorie.

Una celebre nutrizionista ed esperta di salute americana, Haylie Pomroy, ha fatto la sua fortuna promuovendo proprio la “turbo dieta”, con cui assicura la perdita dei chili di troppo in modo rapido ma sano, pare addirittura 10 kg in 4 settimane. Da Jennifer Lopez a Robert Downey Jr., sono diverse le star di Hollywood che si sono fatte conquistare da questo metodo per conservare la linea, ma anche senza essere una celebrità, e senza avere necessità di un fisico da copertina, può valere la pena provare a mettere in tavola alcuni cibi in grado di dare una “spintarella” al metabolismo.

Tra l’altro, il meccanismo offre vantaggi ad ampio raggio: rendere più efficiente il metabolismo lipidico, rappresenta un aspetto fondamentale nella prevenzione cardiovascolare, attraverso il controllo e la riduzione dei grassi in eccesso nel sangue (trigliceridi e colesterolo).

Soprattutto per i livelli troppo elevati di colesterolo, il ruolo del metabolismo è decisivo per quanto riguarda tre fattori chiave: assorbimento, sintesi e ossidazione. Controllare questi ultimi due in particolare sembra essere una via di prevenzione innovativa ed efficace, fino ad oggi trascurata. L’attenzione si è infatti sempre concentrata sulla riduzione dell’assorbimento, mentre sintesi e ossidazione risultano altrettanto determinanti, soprattutto dopo i 45 anni e in particolare nelle donne. Gli integratori anti-colesterolo di più moderna concezione, sono infatti studiati per intervenire in modo mirato e sinergico su tutti e tre questi parametri.
La dieta metabolica per combattere il grasso in eccesso

Ma vediamo allora quali sono i cibi della dieta metabolica in grado di spingere meglio sull’acceleratore e “mandare su di giri” il metabolismo:

  • Una porzione di proteine a ogni pasto facilita lo smaltimento delle calorie, in base a un processo chiamato termogenesi: in pratica la dispersione e il consumo energetico del corpo sono superiori se si assumono proteine rispetto ai carboidrati.
  • Pesce: soprattutto le specie ricche di Omega-3 (salmone, sgombri, sardine) conferiscono il giusto ritmo al metabolismo: questi acidi grassi essenziali agiscono infatti sui recettori della leptina, un ormone che regola i processi metabolici.
  • Le fibre: frutta e verdura crude, cereali integrali e legumi necessitano di un elevato consumo energetico e calorico per essere digeriti ed assimilati, limitando anche il rilascio di zuccheri nel sangue.
  • Peperone e peperoncino: grazie alla presenza di capsaicina, la sostanza che gli conferisce il caratteristico sapore piccante, possono aumentare il metabolismo fino a ¼, e un consumo regolare sembra contribuisca a bruciare anche 1.000 calorie in più.
  • Tè verde: l’alto contenuto di catechine (sostanze antiossidanti della categoria dei flavonoidi) velocizza i processi cerebrali e nervosi, riattiva il metabolismo e agevola il consumo calorico.