CHIEDI AI NOSTRI ESPERTI

Cerca una risposta

Cerca per codice
Cerca per argomento
Cerca per parola chiave

Fai una domanda

DOMANDE & RISPOSTE

buongiorno sono un uomo di 52 anni. ultimi esami. colesterolo totale 250, hdl 44 , trigliceridi 94. son circa 6 mesi che assumo armolipid plus e omega 3... ma questi integratori funzionano veramente ?
si sto attento nel mangiare ma nn attentissimo
grazue

Buongiorno,
i nutraceutici funzionano ma non sempre sono sufficienti per ripristinare livelli adeguati di colesterolo. Non riporta i livelli di colesterolo e trigliceridi precedenti all'assunzione dei prodotti da lei segnalati per poter valutare la riduzione apportata. In ogni caso, consulti il suo medico curante per un eventuale passaggio ad una terrapia farmacologica con statine. Naturalmente massima attenzione alla dieta e all'esercizio fisico.
Pietro Putignano

......

Ho il colesterolo totale a 255,quello hdl a 63 e i trigliceridi a 133.Ho 37 anni,alto 1,78 e peso circa 82/83 kg,pratico saltuariamente attività fisica(Corsa).
Devo preoccuparmi?

Buonasera a Lei. Sostanzialmente non è un cattivo profilo lipidico anche se il colesterolo totale sembra un pochino elevato e manca il dopo del colesterolo LDL. Proverei con una dieta priva di grassi saturi, fritti ed insaccati.
Tra un mese ripeta le analisi e mi faccia sapere.

Cordiali saluti

Dott. Luca Di Lullo

......

Buonasera, da Novembre, primo esame effettuato, ho il colesterolo totale a 245, HDl 56 e LDL 196.\r\nVorrei capire se L\\\' indice di rischio è molto alto e se è consigliabile terapia medica.\r\nGrazie

Gent.Le Signore, Credo che questi valori siano da considerare decisamente troppo elevati, considerato anche il valore di LDL. Direi che si impone un trattamento farmacologico a base di statina. Cordiali saluti Dott. Luca Di Lullo

......

Buonasera, devo assumere 1 compressa di Colesia alla sera e 1 di inofert combi al mattino ma non è specificato se prima o dopo i pasti, vorrei avere indicazioni al riguardo. Grazie molte.

Non vi è un'indicazione particlare.
Se la cosa non le crea disturbi, è preferibile comunque a distanza dai pasti, per evietare l'interferenza potenziale con altri elementi

dr. Roberto Serra

......

Buongiorno volevo sapere cosa conviene fare con t. A 212 sono magrolina in menopausa da un anno non mangio la carne e mi piaccono molto i latticoni avevo usato yogurt di capra formaggio ricotta l. Diciamo che latte o yogurt lo mangiavo tutti gg.w frutta abbastanzw mi piace

Se per valori di t. intende i trigliceridi, chiaramente sono un po' elevati rispetto a quanto auspicabile.
I latticini e i derivati del latto possono rappresentare una delle cause di aumento, pertanto si deve cercare di non eccedere nel consumo, indipendentemente dall'origine animale del latte.
Si raccomanda anche di non eccedere con il consumo di alimenti ad elevato indice glicemico e quindi di quelli contenenti zuccheri semplici (quale il fruttosio).
Come in molti aspetti della vita quotidiana, l'ingrediente più importante è il buon senso e l'equilibrio.
In una dieta equilibrata bisogna precedere il giusto apporto di carboidrati (maglio se complessi e integrali), di grassi e di proteine.
Se non mangia carne spero comunque che possa assumere pesce e uova (sempre con moderazione queste ultime) ed eventualmente ricorrere anche al consumo di legumi

Solo dopo ave riequilibrato la dieta si potrà valutare se sarà opportuno iniziare anche un trattamento specifico

Dr. Roberto SERRA

......

buongiorno,hoo 40 anni,mangio pochissimo,ma sono sovrappeeso,ho il colesterolo a 160,ma i trigliceridi a 518,anche la glicemia un pò alta,andrò dal mio medico giovedì 29 giugno corrente anno. Potrei avere anticipatamente qualche delucidazione sul perchè di questi livelli??

Francamente è un po' poco quello che mi ha detto di lei.

I valori di trigliceridemia sono in effetti molto elevati e potrebbe rendersi necessaria una correzione di tipo farmacologico
Ma l'affermazione "ho la glicemia un po' alta" potrebbe anche lasciare intendere che ci troviamo di fronte a un diabete non trattato e l'iperglicemia è una delle principali cause di ipertrigliceridemia.
Pertanto sarà bene approfondire la diagnostica relativa alla presenza di un DM e all'eventuale inizio di una specifica terapia. Quindi si potrà rivalutare l'entità dell'ipertrigliceridemia.

Dr. Roberto SERRA

......

Provato per 2 volte Omega 3 ,mi aumenta la glicemia,così pure non tollero la soia,perché cosa prendere in sostituzione? Adesso prendo berberolo e statine

Buongiorno,

Indubbiamente è raro osservare un aumento della glicemia con la terapia a base di omega - 3 ma, a questo punto, va bene quello che sta facendo anche se le statine non hanno grandi effetti sui livelli di trigliceridi.

Buona giornata

Luca Di Lullo

......

Carissimo dottore, le elenco i farmaci che prendo sia per la pressione alta e sia per l\'ansia, poi pendo pure eutirox 250 mg al giorno perché operato di tiroide. Sono anni che ho i trigliceridi alti e sono arrivato al punto di tenerli a 550 il mio medico mi ha prescritto FULCROSUPRA 145 mg 1 a sera. Volevo un suo consiglio. Con questi medicinali che piglio aggiungento anche questo può portarmi qualche disturbo visto che anche questo sempra un medicinale forte. Oppure dottore che terapia mi consiglia per questi trigliceridi così alti e anche il colesterolo a 245. Grazie dottore e mi scusi.

1)OLPRESS 40 MG

2) LOPRESOR 100 MG

3) ADALAT CRONO 60 MG

4) CIPRALEX 10 MG

5) DEPAKIN GRANULATO 500 MG BUSTINE

Egr.sig.
capisco che la situazione del suo profilo lipidico sia abbastanza complessa.
Fulcosupra ha un'azione buona sui livelli di colesterolo e sui trigliceridi. Ma i fibrati hanno importanti interazioni con altri farmaci e soprattutto con situazioni di ipotiroidismo e con l'uso di alcuni antibiotici
Meglio potrebbe essere ricorrere agli Omega 3 (ad es. Olevia 1000 mg 1 cp da aumentarsi fino al massimo dosaggio di 1 cp x 3.
Mancano poi alcuni dati importanti per stimare compiutamente il suo rischio cardiovascolare (sesso, età, abitudine al fumo) e i valori di cloesterolo HDL per comprendere se non via necessità di un'azione anche sui livellidi colesterolo oltre che sui trigliceridi.
Per quanto riguarda la restante terapia, mi stupisce l'elevatissimo dosaggio di Eutirox che assume e le ricordo che questo farmaco va assunto rigorosamente a digiuno 30-40 minuti prima di assumere qualsiasi altro cibo o bevanda diversa dall'acqua.
C'è poco da aggiungere sul controllo pressorio che spero sia adeguato con l'ampio spettro di farmaci che assume

Resto a disposizione per evetuali ulteriori aggiornamenti

Roberto SERRA

......

Salve.. alle ultime due analisi del sangue ho sempre riscontrato valori alti dei trigliceridi e precisamente 280 e 563 mg/dl.. il colesterolo totale nella norma così come i valori delle ldl ( 31) hdl (53).. i giorni prima delle analisi ho sempre rispettato una dieta senza consumi di grassi o dolci. Fisicamente sono alto 177 e peso 80 kg. Faccio palestra e corsa una volta a settimana. Non fumo e nn bevo. Come mai mi escono questo valori? Cosa posso fare? In famiglia anche mio fratello ha valori alti di trigliceridi ma non come i miei. Mia madre e mio padre non hanno simili valori.
Grazie per la disponibilità
Antonio

Gentile sig. Antonio,

da quanto mi scrive, sembrerebbe trattarsi di una forma familiare di dislipidemia. Ovviamente, è necessario rivolgersi ad uno specialista che le saprà indicare ulteriori accertamenti da fare. Mi tenga aggiornata.

Cordiali saluti

Maria Perticone

......

posso prender fulcro e riso rosso fermentato per abbasare trigli e ldl grazie lucio

Buon pomeriggio,

Per quanto riguarda il livello di trigliceridi, Fulcro va bene; non ci sono problemi nell'associazione con riso rosso anche se quest'ultimo non è efficace come la terapia con statine nell'abbassare i livello di LDL. Si ricordi che, nel caso in cui dovesse passare ad una terapia con statine, deve sostituire il Fulcro con preparazioni a base di omega - 3

Cordiali saluti

Dott. Luca Di Lullo

......

Salve buongiorno dott.Putignano volevo un informazione a 15 giorni che o un prurito su testa fronte naso e collo ma può dipendere da disfunzioni alla tiroide o no.

Buongiorno,

La avverto che la sua domanda è arrivata a me e quindi dovrebbe riproporla al Dott. Putignano. Ad ogni modo posso dirle che la sintomatologia riferita non dovrebbere dipende da una disfunzione della tiroide. Ad ogni buon conto può effettuare un dosaggio di FT3, FT4 e TSH

Cordiali saluti

Dott. Di Lullo Luca

......

Gentili dottori,
Sono una donna di 50 anni e già da diversi anni ho il colesterolo totale alto a 270. Non credo che ciò dipenda dall\'alimentazione, infatti i trigliceridi sono ampiamente nella norma.
Potrebbe dipendere dal reflusso e dalla gastrite?
È pericoloso per la salute avere il colesterolo così alto pur avendo i trigliceridi ampiamente nella norma?
Grazie in anticipo.
Cordiali saluti
Antonella

Buongiorno,
l'aumento del colesterolo ematico non è necessariamente associato ad una elevazione dei trigliceridi. Deve seguire comunque un regime alimentare povero in grassi saturi (formaggi, salumi, carni grasse) e svolgere regolare attiivtà fisica. Se non bastasse può assumere integratori contenenti ad esempio riso rosso fermentato per ridurre il coelsterolo LDL.
Cordiali saluti
Pietro Putignano

......

Con la chemio mi si è alzato il colesterolo a 220 prima era 180 /190 ma gli integratori con riso rosso fermentato non lo tollero mi vengono dolori ai muscoli delle braccia e gambe prendi ora le pastiglie di pesce Fishfactor e il disturbo non lo provo e il colesterolo mi si è abbassato va bene questo integratore? Grazie x una sua cortese risposta Gatti Roberta

Gentile signora Roberta,

gli elementi che mi fornisce sono pochi per una valutazione accurata; da quanto capisco, dopo chemioterapia ha riscontrato livelli di colesterolo (totale?) di 220 mg/dL. Il solo dato del colesterolo totale, tuttavia, non è sufficiente per un'accurata valutazione del rischio cardiovascolare. Bisognerebbe sapere infatti i livelli di colesterolo LDL (il cosiddetto "cattivo"), se ha altri fattori di rischio (ipertensione, diabete, obesità, fumo, pregressi eventi, ecc.). Per quanto riguarda la terapia, l'integratore che attualmente sta assumendo trova indicazione, a dosaggio di 3g/die, soprattutto in caso di ipertrigliceridemia. Se ha a disposizione ulteriori elementi per la valutazione, sarò felice di risentirla.
Per ora in bocca al lupo per la problematica oncologica.

Cordiali saluti

Maria Perticone

......

Salve
Vorrei sapere come agisce l\'omega 3.......impedisce l\'assorbimento dei grassi ? O trasforma i grassi cattivi in buoni ? ....o ....?
Cosa succede nel nostro corpo dopo aver assunto l\'omega 3 ?
Si posssono assumere insieme omega 3 e omega 6 e olio di germe di grano ? O è meglio assumerli in orari diversi ?
Grazie

Buongiorno,
gli omega 3 riducono la formazione dei trigliceridi in sede epatica e svolgono un'azione antiinfiammatoria. L'effetto sul colesterolo LDL è minimo. Sono raccomandabili 2 grammi di omega 3 frazionati ai pasti e olio di germe di grano o di lino indipendentemente dagli omega 3 (anche insieme).
Cordiali saluti
Pietro Putignano

......

Io ho i trigliceridi un pochino alti cosa non devo mangiare x farli abbassare grazie

Buongiorno,

Intanto sarebbe utile conoscere il livello reale dei trigliceridi per poter dare una risposta corretta. Direi che sarebbe il caso di limitare carboidrati (pane, pasta, dolci), formaggi grassi, insaccati e fritti

Cordiali saluti

Dott. Di Lullo Luca

......

Vorrei una consulenza io a volte mi viene dolore allo stomaco dolore al braccio sensazione di peso al petto io penso che sia un infarto ma non lo è mai chi mi dice che la testa chi lo stomaco vorrei capire ho dolori a volte anche solo al petto

Buongiorno a Lei,

La sintomatologia, così descritta, potrebbe anche far pensare ad un'ernia jatale. Io escluderei (tramite ECG, vista cardiologica ed eventualmente, test dasforzo) eventuali problemi cardiaci e poi mi rivolgerei ad un gastroenterologo

Cordiali saluti

Dott. Luca Di Lullo

......

Ho 69 anni ldl 171 hdl 66 e colesterolo totale 233. Il cpk 173 e diffusi dolori muscolari avendo assunto qualche anno fa statine. Attualmente assumo solo danacol ed il mio medico mi ha prescritto il farmaco Zeita. Posso assumerlo o anche questo provoca dolori muscolari? Non fumo e peso 65 Kg per un\'altezza di 1.64. Prendo un farmaco per la pressione arteriosa che adesso è\' normale. Grazie mille e cordiali saluti Laura Livorti

Gentile signora Laura,

Se ho ben capito, ha assunto statine in passato, ma riferisce tuttora dolori muscolari. Questo è piuttosto strano dato che la mialgia da statine si risolve con la sospensione del farmaco. Ha parlato con il Suo medico per sapere se è il caso di effettuare ulteriori indagini e capire la causa dei dolori?
Per quanto riguarda il nuovo farmaco che le hanno prescritto, lo può assumere tranquillamente. Il principio attivo, l'ezetimibe, non provoca dolori muscolari.

Tante cordialità

Maria Perticone

......

Stamattina il mio medico curante mi ha detto che colesia non e tanto efficace ad abbassare il livello di colesterolo. Essendomi stato prescritto dal cardiologo vorrei sapere da lei come devo comportarmi.Grazie

Gent.ssimo,

Il suo medico ha in parte ragione in quanto gli integratori non hanno la stessa efficacia dei farmaci propriamente detti. Non ho idea del perchè le sia stato prescritto il colesia (intolleranza alle statine ?). Se non ci sono problemi, io partirei con una terapia con statine ma, per quanto concerne il dosaggio, dovrei conoscere i valori del suo colesterolo (totale, HDL, LDL) e dei trigliceridi.

Cordiali saluti

Dott. Luca Di Lullo

......

Salve
Vorrei sapere gentilmente una info
Sto assumendo colesia e spesso ho difficoltà ad ingoiarla quindi la mastico tutta. È il solito effetto? Si può sia ingoiarla che masticarla?
Vi ringrazio saluti

Gentile Utente,

data la particolare forma farmaceutica di Colesia (capsule molli), sarebbe preferibile ingerire la capsula così com'è, senza masticarla. Le capsule sono infatti appositamente formulate per disciogliersi a contatto con l'ambiente acido dello stomaco, per favorirne l'assorbimento.
Se riesce, faccia un piccolo sforzo!

Cordialmente

Maria Perticone

......

Ho fatto un ecocolordoppler e mi hanon troVaticano extrasistole inoltre dagli esami il colesterolo totale è di 263.
In generale questi fattori possono rappresentare un serio pericolo ?
Grazie

Gentile Utente,

Purtroppo i dati che mi fornisce sono davvero troppo pochi per poter esprimere un parere! Non so per quale motivo ha fatto l'ecocolordoppler, né di quale distretto (cuore? Tronchi sovraprtici?), se è uomo o donna, qual è la sua età, e se ha altri fattori di rischio cardiovascolare (ipertensione, diabete, fumo, obesità, familiarità, iperuricemia, ecc.). In generale, posso dirle che un'isoletta extrasistolia non ha alcun significato clinico, e che un colesterolo totale di 263 è sicuramente elevato; avrei tuttavia necessità di conoscere anche i livelli di HDL e LDL per esprimere un parere più contestualizzato. Qualora desiderasse ulteriori delucidazioni alla luce delle notizie anamnestiche mancanti, mi scriva pure.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Come mai non avendo un'alimentazione ricca di grassi saturi ho riscontrato un aumento dei trigliceridi a 304?

Non necessariamente l'ipertrigliceridemia è riconducibile solo ad un'alimentazione ricca di grassi saturi. Si devono tenere presenti anche altri fattori, quali il consumo di carboidrati e il consumo di alcolici, anche in acuto (ad es. una cena particolarmente ricca il giorno prima degli esami). Inoltre vi possono essere altri patologie che favoriscono l'ipertrigliceridemia, quale il diabete. Non ultimi si devono considerare anche i fattori genetici. Ne parli con il suo medico ed eventualmente ripeta il dosaggio dopo un paio di settimane di vita controllata prima di considerare una terapia specifica.

Dr. Roberto Serra

......

Prendo l'integratore Colesia.
Vorrei sapere se è da adottare prima o dopo i pasti. O a digiuno.
Grazie per la risposta.
Loredana Boriosi.

Gent.Le Sig.ra Boriosi,

Per quanto concerne la tipologia di integratore da Lei assunta, non vi sono problemi particolari con i pasti. Ad ogni buon conto, io le consiglierei di prenderlo circa 30 minuti prima del pasto
Cordiali saluti, Dott. Luca Di Lullo

......

BUONGORNO DOTTORE.
IN DATA ODIERNA MI SONO SOTTOPOSTO AGLI ESAMI COMPLETI RELATIVI AL COLOSTEROLO .DI SEGUITO ELENCO I RISULTATI:
COLESTEROLO TOTALE 116--HDL 29- LDL 28--COLESTEROLO NON-HDL 87--TRIGLICERIDI 295----RAPPORTO LDL/HDL 0,96.
TRE MESI FA\' IN DATA 17/1/2017 AVEVO QUESTI RISULTATI: COL.TOT.123-HDL 39 - LDL 43,8- TRIGLICERIDI 201.
PRENDO LA PILLOLA X IL COLESTEROLO SISMESTAT MG 20 E CARDIOASPIRINA DA 100 MG.
SEGUO UNA DIETA PREVALENTEMENTE FATTA DI VERDURA E FRUTTA CON CONSUMI DI LEGUMI. COSA PUO\' ESSERE LA CAUSA DELL\' ELEVATO VALORE DEI TRIGLICERIDI?
VI SAREI GRATO DI QUALCHE CONSIGLIO PER RIENTRARE NEI VALORI NORMALI.
RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE E VI AUGURO BUONA GIORNATA.
BARI 14/3/2017.

Buongiorno
Credo che sia opportuno ridurre l'introito di frutta e carboidrati. Solo se dopo 3 mesi restano maggiori di 200 sarebbe opportuno aggiungere due grammi di Omega 3. Cordiali saluti
Pietro Putignano

......

Cosa devo prendere per abbassare i trigliceridi? integratori oppure altro?




Inizi con la dieta ed eventualmente due grammi di olio di pesce al giorno. Saluti
Pietro Putignano

......

salve con il colesterolo LDL a 164 i rimedi immediati quali sono?

Buongiorno
Mi sa qualche dettaglio in più? Sesso, età altri fattori di rischio cardiovascolare. .
Di certo oltre ad una dieta povera in grassi animali potrebbe aggiungere Colesia una cp dopo cena.
Cordiali saluti Pietro Putignano

......

È vero che gli omega 3 aiutano a mantenere normali anche i livelli di colesterolo?

Buongiorno,
gli omega 3 in realtà aiutano a ridurre soprattutto i trigliceridi. il loro effetto sul colesterolo LDL è minimo.
Cordiali saluti
Pietro Putignano

......

Cosa mangiare con il colesterolo alto

Gentile utente,

Se per "colesterolo alto" intende elevati livelli di colesterolo LDL, il cosiddetto "colesterolo cattivo", l'alimentazione più indicata è quella della tipica dieta mediterranea. Intendo, quindi, elevato consumo di cereali -preferibilmente non raffinati-, verdura, frutta, legumi, pesce azzurro e, con molta moderazione, carni rosse, formaggi, e grassi di origine animale.

Cordialità

Maria Perticone

......

SONO UOMO DI 52 ANNI,ULTIMI ESAMI I VAOLORI SONO COLESTEROLO TOTALE 152,HDL41,LDL102,TRIGLICERIDI34,GLICEMIA94..SONO ESAMI NELLA NORMA,SONO UN SOGGETTO ANSIOSO.GRAZIE MILLE PER LA RISPOSTA

In linea di massima direi che il profilo lipidico è accettabile.
Valori di Colesterolo LDL <130 mg/dl sono auspicabili nell'adulto sano. In presenza di altre patologie che comportino un aumento del rischio cardiovascolare, come il diabete o un pregresso evento cardiaco, tali valori dovrebbe essere inferiori a 100 o addirittura a 70 mg/dl. Nella sua domanda non specifica se lei abbia altri fattori di rischio. Pertanto in assenza di ipertensione, fumo di sigaretta, diabete o pressi eventi cardiaci o cerebrovascolari possiamo dirci soddisfatti. Sarebbe auspiucabile ottenre un miglior controllo dei trigliceridi e questo lo si può ottenere iniziando ad adottare le opportune misure dietetiche che può trovare illusrate in altra pagine di queso sito. Mentre per aumentare i livelli del colesterolo "buono" (HDL) si deve cercare di aumentare l'attivià fisica, soprattutto di tipo aerobico.

Resto a disposizione per ogni utleriore chiarimento


Dr. Roberto SERRA

......

Donna anni 59 peso 84 kg altezza 158 in cura con cardura 2 mg per pressione ( 150/85) in cura anche con crestor 5 per colesterolo di 270, gli ultimi esami danno colesterolo totale 229 hdl 66 trigliceridi 126 . Il mio medico generico ha aumentato crestor a 10 mg sostenendo che con le statine il colesterolo totale deve comunque scendere sotto i 200. Dopo una decina di giorni di nuova posologia ho forti dolori al centro della schiena, ho avuto 2 episodi di incontinenza e una corsa al pronto soccorso per tachicardia. Mi chiedo : non posso tornare alla precedente posologia magari integrando con integratori di ribes rosso ? Oppure variare tipologia di statine? Ed eventualmente a che specialista rivolgermi per essere seguita su queste problematiche? Dimenticavo che dopo un anno di lassismo mi sono rimessa a dieta ferrea. Grazie mille per ogni aiuto che potrete darmi. Cordiali saluti

Buongiorno,
la rosuvastatina è tra le statine solitamente più tollerata. Nel suo caso, avendo altri fattori di rischio oltre l'ipercolesterolemia, quali l'obesità e l'ipertensione arteriosa, consiglio di tornare a Crestor 5 e di abbinare l'ezetimibe 10 mg a pranzo (Ezetrol, Zetia, Absorcol) e a colazione un fitoestratto la berberina (ad esempio Berberol). In questo modo dovrebbe riuscire a ottenere il target prefissato di colesterolo LDL (inferiore a 100) insieme ad una buona tollerabilità.
Cordiali saluti
Pietro Putignano

......

Sono una donna 50 anni ho il coclesterolo 252 colosterolo hdl84
Colosterolo ldl167è utile prendere
Come sia? O devo prendere i farmaci grazie

I valori di colesterolo assoluti e di colesterolo LDL sono già piuttosto elevati.
Molto positivo che il valore di colesterolo HDL (con funzione protettiva) sia elevato e quindi un po' mitiga l'effetto negativo della frazione LDL.
tuttavia per capire se lei abbisogna di un trattamento farmacologico o meno è utile tenere conto di altri fattori come la presenza di altri fattori di rischio (patologie in atto, abitudine al fumo, altre terapie, storia di malattie cardiache o diabete, etc...): Inoltre non si può prescindere anche da una valutazione di quello che è lo stile di vita e le abitudini alimentair.
Pertanto le consiglio di parlarne anche con il suo medico curante che le potrà proporre la strategia più adatta a lei: approccio dietetico ( e controllo del profilo lipidico tra 3 mesi) o uso di integratori a base di monacolina K o inizio di terapia con statine.
Resto comunque a disposizione per ogni ulteriore approfondimento

Roberto SERRA

......

Buongiorno, ho scoperto da poco l\'integratore Colesia. Siccome lo sto assumendo in modo continuativo da qualche mese, vorrei sapere se può creare problemi e quando è preferibile assumerla la capsula se mattina o sera.
Grazie in anticipo
Pietro

Gentile utente,

Immagino numerosi studi condotti dimostrano l'assoluta sicurezza e l'ottima tollerabilità di Colesia, per cui può continuare ad assumerlo tranquillamente.
Consiglio 1 compressa la sera.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Trigliceridi 270 Uomo anni 57colesterolo 180 glicemia 103 cosa mangiare per abbassare il valore alto grazie

I consigli dietetici sono norme di buona alimentazione molto semplice: limitare il consumo di zuccheri semplici (dolci e farine raffinate), cercare di consumare soprattutto prodotti con indice glicemico minore, ridurre il consumo di alimenti troppo grassi (in primis insaccati e latticini), aumentare il consumo di pesce e soprattutto di pesce spintato e ricco di omega 3 ( pesce azzurro) prediligendo le cotture semplici.

Un beneficio si può ottenere anche dall'aumento di consumo di alimenti con integratori ipolipemizzanti (certi tipi di yogurth).

S i valori di trigliceridi dovessero permanere elevati a un controllo tra 2-3 mesi, sarà utile considerare anche l'introduzione di un trattamento farmacologico specifico (ad es. Olevia 1000 1 o 2 cpr al giorno)

Roberto SERRA

......

Trigliceridi 518 non tollero nessuna cpr contenente statina

Gent.Le Signore,

Per l'ipertrigliceridemia non è indicata la terapia con statine, bensì con fibrati (ad elevato rischio di effetti collaterali simil - statina) o, meglio, con omega - 3.
Per i suoi livelli di trigliceridi consiglierei 3 cp al giorno ma, allo stesso tempo, valuterei anche l'ipotesi di rivolgermi ad un centro specializzato perchè potrebbe trattarsi di un problema genetico/ereditario.

Cordiali saluti

Dott. Luca Di Lullo

......

Con il colesterolo a 220 è consigliabile una o due compresse di colesia al giorno e quando

Gentile utente,

Immagino che il valore che ha indicato si riferisca al colesterolo totale. Sarebbe utile conoscere anche il valore del colesterolo LDL ed avere maggiori informazioni riguardo alla Sua storia clinica.
Ad ogni modo, la posologia consigliata di Colesia è di 1-2 capsule al giorno. Le consiglio di chiedere al medico che glielo ha prescritto se nel Suo caso conviene iniziare con 1 o 2 capsule al giorno.
Qualora necessitasse di ulteriori informazioni non esiti a contattarmi.

Maria Perticone

......

quali sono i valori massimi tollerabili per un uomo
di 70 anni?
sia per trigliceridi che per colesterolo
resto in attesa!
grazie!
antonio

Gent.Le Sig. Antonio,

Credo che non si possa parlare di livelli in base all'età in quanto i livelli di rischio sono gli stessi per tutte le età. Direi che un valore di Trigliceridi superiore a 180 mg/dl ed uno di colesterolo LDL (il cosiddetto colesterolo cattivo) superiore a 100 mg/dl, sono da trattare.

Cordiali saluti

Dott. Luca Di Lullo

......

Dolore alle mani....braccia.. E al petto che si verificano quasi tutte le mattine
Da premettere che come lavoro faccio il fabbro

Gent.le Signore,

La sua sintomatologia non è propriamente specifica da come la racconta; potrebbe trattarsi di artrosi/artrite legata al lavoro manuale e, magari, agli improvvisi cambi di temperatura ai quali è soggetto. Comunque vada il dolore al petto va indagato meglio e credo che un consulto cardiologico (magari con un elettrocardiogramma a riposo per cominciare) sia indicato.
Assume farmaci di qualunque tipo ?
Mi faccia sapere.
Un cordiale saluto

Dott. Luca Di Lullo

......

gentilissimi, mia nonna (78 anni) soffre da sempre di malattia renale cronica, e non capiamo perché nonostante le cure i livelli di trigliceridi sono sempre alti. ci dobbiamo preoccupare? il medico tende a minimizzare dicendo che è normale. ma noi siamo tutti preoccupati e stiamo attenti con alimentazione e le facciamo prendere degli integratori, ma forse ci vogliono dei farmaci più forti per far abbassare i trigliceridi? grazie cordiali saluti CC

Gent.Le Signore,

Vista la situazione che mi prospetta, credo sia utile iniziare un trattamento con Omega - 3 alla luce del fatto che, soprattutto in una persona con malattai renale cronica, è fondamentale ridurre i fattori di rischio cardiovascolare. In dipendenza dal livello dei trigliceridi, andrà modulata la dose del farmaco.
Cordiali saluti

Dott. Luca Di Lullo

......

Buon giorno,

Colesterolo totale : 253
ldl : 164
hdl : 71
Trigliceridi : 70

Ho 56 anni, altezza 190, peso 95Kg
Tutti i giorni cammino per 10 km a velocita’ 6.5 km/h.
Mangio senza eccessi, cosa posso fare per abbassare il rischio cardiovascolare?
Grazie per la cortese risposta


Buongiorno,
Le consiglio di assumere un prodotto a base di berberina e riso rosso fermentato titolato in monacolina k 10 mg una cp dopo cena. Ripeta gli esami dopo 4 mesi di terapia e assuma l'integratore con continuità.
Cordiali saluti Pietro Putignano

......

Salve, ho ritirato oggi i miei esami ed ho il colesterolo totale a 240, i trigliceridi a 214 e il colesterolo hdl a 50 devo preoccuparmi?

Purtroppo i dati che mi ha fornito sono molto pochi per essere esaustivo nella risposta.
Non so il suo sesso, la sua età, l'eventuale presenza di altre patologie che aumentano il rischio di patologie cardiovascolari (ipertensione, pregresse diagnosi di angina, infarto miocardico, diabete, nefropatia, etc....).
In linea di massima è opportuno considerare una revisione dello stile di vita e del regime alimentare per correggere i valori di colesterolo totale e della componenete LDL, la quale, al netto di altri fattori di rischio è comunque discretamente elevata (148 mg/dl, con un livello di sicurezza per una adulto altrimenti sano di < 140 mg/dl); ma anche per ridurre i valori di trigliceridi. se poi concomitassero già altre patologie è oportno pensare anche ad un approccio farmacologico per tali valori.
Ne parli al più presto ance con il suo medico curante che la saprà consigliare ed eventualmente indirizare ad un adeguato centro specialistico.

Cordiali saluti


Dr. Roberto SERRA

......

buonasera
sono un uomo di 50 anni, con i miei piccoli aciacchi,
8 anni fa sono stato operato di una grossa ernia iatale con ricostruzione dello iato con protesi tutto fatto in laparascopia
da un paio di anni prendo pillola di nebivololo per tachicardia e zofenopril calcio per la pressione
da un anno sotto cura con salazopyrin en per artrite psioriaca
ora sono quasi 6 mesi che noto dopo essere stato sdraiato sul letto per dormire o riposino pomeridiano di avere nella gola dei muchi con tracce evidente di sangue
fatti vari controlli otorini non risulta nulla anche dentista tt ok
ultimamente fatto una radiografia torace e mi porta una lievi enfisemia
mi hanno consigliato di fare una tac
cosa mi consigliate di fare da cosa puo dipendere questo sangue nella gola?

Gentile utente,

il Suo quesito non è inerente all'argomento di questo forum. Le consiglio, pertanto, di rivolgersi al Suo Medico curante, il quale saprà di certo indicarLe il da farsi.

Cordialmente

Maria Perticone

......

trigliceri alti cosa devo prendere

Buongiorno,
cosa intende per alti?
Se maggiori di 150 ma inferiori a 400 oltre ad una dieta povera in zuccheri semplici e grassi animali e contorllata in alcol e frutta le consiglio di associare due cp di omega 3 (una a colazione e una cp a cena) contenenti almeno 250 mg di DHA+EPA. Se i trigliceridi sono maggiori di 400 le consiglio di consultare il suo medico curante per inserire oltre quanto consigliato fenofibrato 200 mg a cena.
Cordiali saluti
Pietro Putignano

......

Buongiorno.
Non capisco come devo fare a diminuire il colesterolo.
Ho iniziato a bere DANACOL....
ho 246 come misura.
Secondo lei puo\' funzionare ?
Grazie

Gentile signore o signora,
l'utilizzo di integratori alimentari o ausili alla terapia come quello da lei citato ha una sua efficacia in alcuni casi ben selezionati.
Difficile dire se nel suo caso sarà sufficiente questo per correggere il valore del colesterolo totale. Come potrà ampiamente leggere su questo portale e come potrà discutere col suo curante e con altri specialisti, non conta solo il colesterolo totale, ma l'equilibrio tra i diversi componenti lipidici nel suo plasma (totale, trigliceridi, colesterolo HDL e LDL).
E' fondamentale non perdere tempo in tentativi terapeutici che già a priori potrebbero essere non adeguati al suo caso. Pertanto per una risposta più esaurinte ho bisogno che mi fornisca qualche dato in più: età, sesso, patologia correlata, terapie in atto, abitudine al fumo, etc...
Resto a sua disposizione per ogni ulteriore integrazione

Dr. Roberto SERRA

......

Salve!Mio marito ha i trigliceridi altissimi (1300)e ancora non abbiamo scoperto la causa.un anno fa gli è stata trovata anche la pressione alta.Ha fatto tutti gli accertamenti e ha preso delle pasticche (che gli hanno causato un attacco di Gotta)dopodiché tutto e rientrato,fino ad oggi quando a rifatto le analisi.Ha 46 anni di peso 71kg.e comunque non fa degli eccessi nel suo stile di vita.Mi devo preoccupare? Grazie!

Gentile signora,

sicuramente i livelli di trigliceridi di suo marito sono piuttosto elevati ma, per poter trarre delle conclusioni diagnostiche più precise, servirebbe qualche ulteriore elemento. Infatti, da quello che scrive non si deduce quale terapia abbia effettuato per ridurre i trigliceridi né se la sta ancora assumendo. Dice che ha fatto tutti gli accertamenti, quindi immagino che sia seguito periodicamente da un collega, che avrà valutato la presenza di altri fattori di rischio e avrà consigliato la terapia più idonea.
Il mio consiglio è di rivolgersi al collega che lo ha seguito in passato e di concordare con lui eventuali ulteriori accertamenti.
Mi tenga aggiornata.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Salve ho 50 anni ho colesterolo alto (252 ; 39 hdl e 162 ldl) e trigliceridi a 243 malgrado una dieta vegetariana. Faccio poco movimento fisico, non fumo e leggermente sovrappeso (5 kg). Qualche consiglio ?
grazie mille

Buongiorno
esistono diverse strategie nutraceutiche per migliorare il suo profilo lipidico. L'olio di pesce a 2 grammi al di con adeguato apporto di acidi grassi essenziali EPA e DHA e'particolarmente efficace per ridurre i trigliceridi mentre prodotti contenenti fitosteroli, fibre frenanti, riso rosso fermentato e la berberina riducono il colesterolo LDL.
Oltre naturalmente una dieta povera in grassi animali, zuccheri semplici e la corretta attività fisica..
Cordiali saluti
Pietro Putignano

......

obesità 90 kg colesterolo diabete , sindome parkinsoniana dopaman , PROBLEMI ARTROSICI , va bene assumere COLESIA

Gentile Signore/a,

sarei felice di rispondere alla sua domanda, tuttavia le informazioni che mi fornisce sono davvero molto limitate.
Avrei necessità di sapere qual è la sua altezza (in modo da poter calcolare l'indice di massa corporea), quali sono i valori di colesterolo totale, colesterolo LDL, trigliceridi, glicemia, HbA1c, da quanto tempo è diabetico/a, se ha avuto problemi quali infarto, ictus, TIA, la sua attuale terapia, ecc. Insomma, qualche notizia più dettagliata.
Posso intanto anticiparle che Colesia è un integratore assolutamente sicuro e dall'efficacia documentata, che può essere assunto con tranquillità per lunghi periodi. Serve però sapere qual è l'obiettivo di colesterolo LDL che deve raggiungere (per questo mi servono le altre notizie), in modo tale da poterle suggerire se assumerlo da solo o in associazione con una statuina (che essendo diabetico/a, mi auguro stia già assumendo...).

Sarò lieta di darle maggiori delucidazioni dopo aver ricevuto le informazioni mancanti.

Cordialmente

Maria Perticone

......

salve dottore sono un uomo di 46 anni,e peso 72 kg,ho un epatite cronica C da circa 20 anni e vaccinato B..ma fino ad ora senza nessuna complicazione con visite semestrali o annuali \"seguito da un epatologo dal 2014\" e parametri sangue di routine sempre nella norma!
adesso l\'ultimo di ieri ho trovato i TRIGLI a 297 mg/dl,e Colesterolo 225 con HDL 21 e LDL 145,il resto nella norma Glucosio 68..Assenza di cirrosi,mai bevuto alcolici,non farmaci,solo fumo di sigarette e pasti 3 volte al giorno regolari,forse un pò sedentario,salvo il volontariato.le ho scritto visto che la prossima visita sarà a Dicembre 2016,e sono in attesa di nuova terapia epatite,perchè non rientro per nei gravi e non sono adatto all\'interferone detto dall\'epatologo!
come parametri sono allarmanti seppur non superano di \"\"molto\"\" i valori di riferimento?
da cosa può dipendere questo sbalzo,può esserci qualcosa sotto,può portare conseguenze..mi conviene ripetere l\'esame tra un pò di tempo...possono alzarsi ancora visto che non li facevo da 1 anno?

in attesa grazie in anticipo!

I valori del profilo lipidico che lei ha riportato sono elevati, ma non particolarmente allarmanti.
I livelli di trigliceridemia sono particolarmente sensibili ai cambiamenti alimentari e pertanto cercando di avere qualche attenzione dietetica in più, riducendo l'apporto di fonti di grassi animali (formaggi, insaccati, etc..) e di carboidrati semplci si può ottenere rapidamente un cambiamento del livello di trigliceridi. Per quanto riguarda invece il profilo del colesterolo, le consiglio di inserire quanche seduta di attività aerobica durante la settimana (camminate, cyclette, bicicletta, ballo, nuoto, etc...). L'attività fisica può innalzare la quota di colesterolo "buono" HDL e migliorare quindi il rapporto con quello "cattivo" LDL". Faccia un controllo del profilo lipidico dopo 3 mesi di cambiamento di stile di vita (sicuramente cercando anche di smettere di fumare) e quindi si potranno prendere eventuali decisioni in merito a terapie farmacologiche

dr. Roberto SERRA

......

BUONA SERA DR. PUTIGNANO.
LA RINGRAZIO PER LA RISPOSTA ESAUSTIVA.(n.91)
VOLEVO SOLO SCUSARMI PER UNA MIA DIMENTICANZA.
NELLA MIA DOMANDA N.91,IN PARTICOLARE NON HO INDICATO CHE NELLA TERAPIA E\' COMPRESA ANCHE CARDIOASPIRIN 100 MG,COME CONSIGLIAVA LEI NELLA RISPOSTA.
SONO PURTROPPO PREOCCUPATO IN QUANTO,COME LEI APPUNTA HO UN PROFILO LIPIDICO SODDISFACENTE,MA PURTROPPO L\'ISPESSIMENTO MIO-INTIMALE DEGLI ASSI ESPLORATI RILEVANO UN DATO DI 1,6 MM.
NON RIESCO A CAPIRE COME TENENDO SOTTO CONTROLLO IL PROFILO LIPIDICO,CI SIA QUESTO ISPESSIMENTO CHE DAL PRECEDENTE ECOCOLORDOPPLER RISULTAVA DI 2,2 MM, ED ADESSO LA RILEVAZIONE E\' DI 1,6 MM.
MI CONSIGLIA ULTERIORI ESAMI O TERAPIA?
RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE PER LA SUA DISPONIBILITA\'.
BARI,2 SETTEMBRE 2016
GIANPAOLO,ANNI 65..

Buongiorno,
Non si preoccupi. Se la sua pressione arteriosa e' controllata (inferiore a 135/85) sta assumendo tutte le terapie farmacologiche idonee adi una corretta prevenzione cardiovascolare. Del resto alla sua eta' è frequente il rscontro di un ispessimento miointimale quale espressione di un fisiologico invecchiamento vascolare.
Cordiali saluti Pietro Putignano

......

BUONA SERA DR.SSA MARIA PERTICONE.
IN DATA ODIERNA HO AVUTO L\'ESITO DEGLI ESAMI RELATIVI AL DIABETE E COLESTEROLO,E VORREI SOTTOPORGLIELI PER UN AUTOREVOLE SUO PARERE.
COLESTEROLO TOTALE 113-HDL 54-LDL 37-TRIGLICEDI 107 OMOCISTEINA 10,4-CALCITONINA <1-TSH 3,68-FT3 2,63-FT4 1,7-
DIABETE:
MICROALBUMINURIA 8-CREATININEMIA 1,16-EGFR 66,17-AZOTEMIA 48-URICEMIA 7,5.-EMOGLOBINA GLICATA 43 MMOLI-6%METODO HPLC-
ESAME URINE:COLORE..INCOLORE-ASPETTO LIMPIDO-PH5,5-UROBILOGENO 0,2-PESO SPECIFICO 1.006.
VALORI ASSENTI:GLUCOSIO,PROTEINEEMOGLONINA,CORPI CHETONICI,BILIRUBINA,NITRITI,LEUCOCITI.
ESAME MICR.SEDIM:CELL.BASSE VIE.
TERAPIA IN CORSO:
DIABETE : A PRANZO METFORMINA TEVA DA 500 MG-A CENA INVECE CP DA 850 MG
COLESTEROLO :SIMESTAD 10 MG A CENA.
RINGRAZIO ANTICIPATAMENTEPER L\'AUTOREVOLE ATTENZIONE E RISPOSTA CHE VORRA\' PORRE ALL\'ESAME DEI DATI SCRITTI,INSIEME A TUTTI I CONSIGLI CHE MI VORRA\' SOTTOPORRE.
GRAZIE.
GIANPAOLO,SESSO MASCHILE ANNI 65
3 SETTEMBRE 2016.

Buongiorno,
Se si eccettua una moderata iperuricemia gli esami vanno bene. Nei prossimi mesi se, nonostante una dieta appropriata, dovesse confermarsi l'iperuricemia, sarebbe utile aggiungere allopurinolo 300 metà cp nel pomeriggio.
Cordiali saluti Pietro Putignano

......

BUONA SERA DR.SSA PERTICONE.
NELL\'INVIO DELLA MIA RICHIESTA RIGUARDANTE GLI ESAMI DEL DIABETE COLESTEROLO TRIGLICERIDI,HO ERRONEAMENTE DIMENTICATO DI INFORMARLA RIGUARDO ALL\'ESAME ECOCOLOR DOPPLER DEI TRONCHI SOVRAORTICI CHE DI SEGUITO RIPORTO
A SX LUNGA PLACCA FC DELLA CC/CI CON RIDUZIONE VOLUME 46% E DELLA CE DEL 40%; A DXPLACCA FC DELLA SUCCLAVIA AB INIZIO CON RIDUZIONE DEL LUME DEL 35%;PLACCA FC CC/CE CON RIDUZIONE DEL LUME DEL 455 E DELLA CC/CI CON RIDUZIONE DEL LUME DEL 58%,ULTERIORE PLACCA DEL CI CON RIDUZIONE DEL LUME DEL 23%.
SUCCLAVE E VERTEBRALI NORMODIREZIONATE E SIMMETRICHE.
RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE PER L\'ATTENZIONE E MI SCUSO PER LA INCOMPLETEZZA NELLA MIA RICHIESTA PRECEDENTE N. 97 ODIERNA.
CORDIALI SALUTI.
GIANPAOLO,SESSO MASCHILE ANNI 65
3 SETTEMBRE 2016.

Buongiorno,
Confermo quello che le ho scritto nel precedente messaggio anche alla luce dei risultati del doppler carotideo.
Cordiali saluti Pietro Putignano

......

buona sera.
Vorrei sottoporre alla Vs. autorevole attenzione le analis relative al colesterolo e trigliceridii e i dati dell'ecodoppler tsa,effettuate il 277672016.
ANALISI: COLESTEROLO TOTALE 120-HDL 56-TRIGLICX 108
ECO-COLOR-DOPPLER TSA
PERVIE BILATERALMENTE LA CAROTIDE COMUNE,INT ED EST,CON CALIBRO E DECORSO REGOLARI,PARETI NORMOECOGENE E PRESENZA DI FLUSSO NORMODIRETTO E NORMOMODULATO AL DOPPLER.MODERATO ISPESSIMENTO MIO-INTIMALE SU TUTTI GLI ASSI ESPLORATI(MAX 1,6 mm).Placca fibrocalcifica bulbare destra,con stenosi 40 % circa e sinistra stesonsi 40%.Assenza di stenosi emodinamicamente significative.
Pervie le vertebrali con buon flusso nel loro tratto intertrasversario bilateralmente.Pervie bilateralmente le succlavie.
TERAPIA.1 CP CRESTOR DA 10 MG DOPO CENA.
Ringrazio anticipatamente per la Vs. attenzione e sono a disposizione per qualsiasi consiglio.
GRAZIE GIANPAOLO
SESSO MASCHILKE ETA' ANNI 65

Buongiorno,
gli esami ematici inerenti al profilo lipidico sono soddisfacenti anche in relazione alla placca carotidea riscontrata. Se non sussistono controindicazioni specifiche sarebbe opportuno valutare anche l'aggiunta di una terapia antiaggregante (tipo acido acetilsalicilico 100 mg/die).
Un cordiale saluto
Pietro Putignano

......

Buongiorno,
sono affetto da diabete tipo 2 scoperto circa 4 mesi fa.
Ho modificato radicalmente il mio regime alimentare e lo stile di vita.
Assume metformina 850 3 volte al dì.
Ho perso 18 kg di peso il tutto accompagnato anche dalla camminata veloce 3 gg a settimana per 1 ora.
Ho ritirato il referto delle analisi, l'emoglobina glicata è scesa a livelli normali 35, mentre i trigliceridi sono a 197., colestetolo 140, DHL 44.
Mai avuto problemi prima sempre stati nella norma.
E' normale o c'è da preoccuparsi?

Buongiorno, i trigliceridi sono spesso aumentati nelle persone con diabete. Tenga sotto controllo l'apporto di frutta e se al prossimo controllo ematico i trigliceridi sono ancora maggiori di 150 mg/dl sarebbe opportuno integrare la sua terapia con omega 3 (un grammo per 2 volte al giorno). Un cordiale saluto Pietro Putignano

......

Come si cura il colesterolo con questi valori colesterolo totale 251 col.HDL 94.

Purtroppo non si può prendere una decisione se iniziare o meno una terapia farmacologica sulla scorta dei valori dai lei riportati.
Manca infatti anche la determinazione dei valori di trigliceridemia per poter quanto meno estrapolare i livelli calcolabili di colesterolo LDL.
Inoltre una valutazione completa non può prescindere da una valutazione clinica globale del paziente: è diabetico? ha avuto precedenti problemi cardiovascolari? ipertensione arteriosa? quali altre terapie sta seguendo è maschio? fuma? quanti anni ha? etc.....
Come vede se bastasse inserire 2 numeri per avere una risposta la medicina sarebbe esercitabile con una semplice applicazione per smartphone.
Il mio consiglio è quello di avere intanto uno stile di vita sano e adeguato, evitando i fattori di rischio correggibile, con dieta adeguata, povera di grassi saturi, aumentando il consumo di pesce e di olii di origine vegetale. Avere regime di attività fisica adeguata (e visti i livelli di col.HDL, credo che lei già ne faccia abbastanza) e confrontandosi con i medici e gli specialisti in modo completo.

Resto comunque a disposizione per eventuali ulteriori approfondimenti

dr. Roberto SERRA

......

Buongiorno, scrivo per avere un ulteriore parere riguardo ad un problema che affligge mio marito da anni. Premetto che si tratta di un uomo di 36 anni, con un lavoro sedentario, leggermente sovrappeso (altezza 1,85 m peso 90 kg).
Anni fa, da un esame del sangue effettuato in Italia risultarono i trigliceridi a 600. Ma non ne volle sapere di andare dal medico. Successivamente i trigliceridi sono oscillati da 300 a 1100 fino, a due settimane fa in cui (dopo due anni che non effettuava alcun esame) sono arrivati a 2600. L'ospedale ci ha telefonato a casa per andare a prendere i risultati ad un orario "speciale" per parlarci. A tutto questo si aggiunga un colesterolo a 286 e un LDL molto alto. Da tempo l'ho convinto a non bere piu' alcun tipo di alcool, compresi vino e birra, ma il problema non si risolve. Il fatto è che ha da tempo seri problemi di memoria (ripeto HA 36 ANNI), un principio di ginecomastia e dolori saltuari al petto. Ecco, con questo breve quadro clinico io sono realmente preoccupata, adesso anche lui si rende conto che non sta bene ma purtroppo il medico che abbiamo (noi viviamo in Svizzera) dice chiaramente di non preoccuparsi e di fare ginnastica e una dieta bilanciata. E tra un 3/4 mesi vuole rifare gli esami senza prendere alcun farmaco. Quale dieta? mio marito non mangia dolci, da tempo non beve alcolici, mangia prettamente pesce e verdura.... cosa dovrebbe fare? eppure ha i trigliceridi a oltre 2000 e il medico dice che i problemi di memoria sono normali perche si invecchia... Non possiamo cambiare medico perche siamo legati con la cassa malati (sistema svizzero) e io non dormo la notte, e ora neppure lui, perche credo che siamo davanti ad un problema molto serio di cui il medico (?) non vuole vedere le concrete espressioni. Cosa devo fare? portarlo in una clinica privata in Svizzera è economicamente impossibile. E in Italia? potreste consigliare qualcosa? grazie di cuore. Buona giornata. PS: mio suocero ebbe un infarto all'età di 50 anni...

Gentile Signora,

Ho letto con attenzione le notizie sullo stato di salute di suo marito. Indubbiamente i valori di trigliceridemia sono molto elevati, e richiedono un'attenzione maggiore rispetto a quanto finora è stato fatto dai colleghi in Svizzera. La giovane età di suo marito e la familiarità per eventi cardiovascolari precoci (l'infarto di suo suocero) devono sicuramente spingere ad ulteriori indagini. È infatti probabile che si possa trattare di una forma familiare di dislipidemia, poco responsiva alla dieta, che deve quindi essere indagata da uno specialista, il quale saprà consigliare il trattamento più indicato per suo marito. Nel frattempo continui con la sana alimentazione e l'attività fisica.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Salve,
sono passata da eskim a olevia per i trigliceridi e mi trovo benissimo!! volevo sapere perché non mi è stato dato prima? Prima avevo una alitosi da pesce e stavo cadendo in depressione!! Grazie mille

I progressi in ambito farmacologio sono quotidiani e gli sforzi per migliorare anche aspetti apparentemente meno importanti come l'alitosi sono motore per la ricerca.
Quando un professionista ha uno strumento nuovo e affidabile per la cura di una patologia può serenamente prescriverlo ai propri pazienti.
Sono contento che nel suo caso il cambiamente sia stato proficuo

R.Serra

......

dopo 2 mesi di dieta iperproteica per diminuzione di peso (ho perso 4 kg. in 2 mesi) ho l'artrosi quindi ho bisogno di pesare di meno (oggi 62kg) dal valore di 280 di colesterolo mi trovo a 304. Inspiegabile, per me. Ho 73 anni , 1.64 di altezza e ho seguito una dieta a base di carne, pesce, uova (solo bianco) qualche noce poca verdura, spremute. Chiedo consigli. Grazie Adamo

I valori di colesterolo che registriamo nel sangue sono imputabili per l'80% alla sintesi endogena del colesterolo, vle a dire al colesterolo che produce il nostro fegato come da caratteristica genetica individuale. Solo per una percentuale variabile tra il 10 e il 20 % tali valori sono imputabili all'alimentazione.
L'oscillazione di meno del 10% dei valori plasmatici rilevati in laboratorio a distanza di 8-10 settimane come nel suo caso è un dato non sorprendete e di scarsa rilevanza clinica. resta il fatto che lei ha valori di colesterolo totale molto elevati e verosimilmente (ma per essere completi bisogna avere una determinazione di tutto il suo assetto lipidico comprendente anche trigliceridi e frazione HDL) potrebbe beneficiare di una terapia ipocolesterolemizzante. Il tipo di terapia andrà decisa con il suo medico in relazione anche agli altri dati clinici.
Resta imprescindibile il controllo alimentare e il calo di peso per la patologia artrosica e non mi sento di dover criticare il regime alimentare in atto.

Dr. R.Serra

......

Buonasera, ho 47 anni sto' usando il Colesia da 1mese e 1/2 , prendo 1 pasticca al gg , vado molto bene con il colesterolo, proprio per questo posso prenderlo per tutta la vita, o ci sono delle contraindicazioni.
Saluti

non sussistono particolari controindicazioni all'uso continuativo di queste terapie.
Resta fondamentale il periodico controllo con il medico curante e con lo specialista di riferimento per aggiornare la sua terapia anche in relazione alle eventuali situazioni cliniche intercorrenti

Dr. R.Serra

......

Buongiorno
Mia mamma (79 anni) ha il colesterolo a 230
Ha assunto per anni il Fulcro supra a giorni alterni
Da un paio di settimane lo prende tutti i giorni
Da un po si lamenta di sentirsi debole, e' meglio sospendere il farmaco?
E ' in cura con blopresid (1 al mattino) amlodipina (1/2 al pomeriggio), atenol (1/2 a mezzogiorno )
Mille grazie
Morena

Gentile Morena,

da quanto scrive mi pare di capire che i valori di colesterolo di sua mamma che ha indicato si riferiscano al colesterolo totale. Dal punto di vista del rischio cardiovascolare, ciò che più importa sono i valori di colesterolo LDL (il cosiddetto colesterolo "cattivo"), in quanto è proprio questa forma quella che si ritrova all'interno delle placche aterosclerotiche e che, quindi, può essere responsabile dei tanto temuti eventi cardio-cerebrovascolari. Il valore del colesterolo LDL dipende non solo dal colesterolo totale ma anche dai trigliceridi e dal colesterolo HDL. Inoltre, sarebbe interessante sapere di quali altre patologie soffre sua mamma (dai farmaci che ha indicato mi pare soffra anche di ipertensione arteriosa), in quanto l'obiettivo di valori di colesterolo LDL da raggiungere cambia a seconda delle patologie presenti.
Ammettendo che oltre all'ipercolesterolemia sua mamma abbia solo l'ipertensione arteriosa, il valore auspicabile di colesterolo LDL è di 160 mg/dl. Attualmente sua mamma sta assumendo fenofibrato che, da sheda tecnica, è indicato nelle seguenti condizioni:
"Fulcrosupra 145 mg è indicato in aggiunta alla dieta e ad altri trattamenti non farmacologici (ad es. esercizio fisico, riduzione ponderale) per:

Trattamento dell’ipertrigliceridemia grave con o senza bassi livelli di colesterolo HDL.

Iperlipidemia mista quando una statina è controindicata o non tollerata.

Iperlipidemia mista nei pazienti ad alto rischio cardiovascolare, in aggiunta a una statina, quando i livelli di trigliceridi e di colesterolo HDL non sono adeguatamente controllati".

Da quanto lei mi scrive, nessuno di questi sembra essere il caso di sua mamma e, in ogni caso, la dose consigliata è di 1 cp al giorno. Per la terapia dell'ipercolesterolemia, infatti, i farmaci più indicati sono le statine. Inoltre, se le statine sono controindicate o se i livelli di colesterolo non sono particolarmente elevati, una valida alternativa sono gli integratori a base di fitosteroli/riso rosso/polifenoli dell'olivo che, soprattutto negli anziani, hanno consentito di ottenere ottimi risultati in piena sicurezza.
La debolezza che riferisce potrebbe invece essere dovuta alla terapia anti-ipertensiva che, normalmente, con l'arrivo dei primi caldi dovrebbe essere rimodulata.
Pertanto, il mio consiglio è quello di rivolgersi ad un internista per una rivalutazione sia della terapia anti-ipertensiva che ipocolesterolemizzante.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Ho 52 anni e da uno sono in menopausa . Non ho mai avuto problemi di colesterolo ma adesso nonostante una dieta bilanciata ,sport integratori di omega 3 ho i seguenti valori di colesterolo totale 255,trigliceridi 384 ,hdl 48 ldl 131 . Cosa rischio e cosa posso fare per rientrare in valori normali . Grazie

La menopausa rappresenta un importante cambiamento nell'equilibrio ormonale di una donna che si riflette su molteplici altri aspetti metabolici ed endocrini differenti dal semplice asse riproduttivo. Anche il metabolismo dei lipidi può risentirne. Nel suo caso il valore di colesterolo totale è elevato, ma i valori di colesterolo LDL sembrano ancora borderline per decidere di iniziare una terapia con statine (a meno che non vi siano altri fattori di rischio cardiaco dei quali lei non ha fatto cenno nella sua richiesta). Con il suo curante potrebbe valutare l'opportunità di iniziare una terapia con integratori a base di monacolina.
I valori della trigliceridemia sono invece discretamente elevati, pertanto, se lei sta già seguendo una dieta equilibrata, è verosimile che l'uso degli integratori a base di omega3 non sia sufficiente, ma si debba ricorrere ad una terapia mirata e di documentata efficacia. Nel suo caso si può iniziare ad utilizzare Olevia 1000mg 1 cp al giorno da aumentare a 1 cp x 2 se non si vericasse la diminuzione attesa di trigliceridemia.

Dr. Roberto SERRA

......

Salve
Sono una donna di 38 anni alla 1,65 peso 55 kg
Per puro caso ho fatto controllo del colesterolo e i valori sono
Hdl 58
Ldl 165
Trigliceridi 74
Colesterolo totale 232
La pressione piuttosto bassa anche durante il giorno
Circa tra 60/90 e 65/100

Non mangio glutine non mangio latticini e nemmeno dolci se qualche gelato alla frutta senza latte in estate
Sono molto preoccupata per le arterie, ho il terrore di poter finire sotto i ferri per liberare le arterie perché leggendo su internet ho visto che le arterie possono tapparsi.

Buongiorno, le consiglio una dieta con pochi grassi di origine animale riducendo sia gli insaccati che le altre carni rosse e aumentando il consumo di pesce azzurro. Inoltre, sarebbe opportuno aggiungere un integratore a base di berberina 500 mg e riso rosso fermentato (contenente monacolina K 10 mg) una cp dopo cena. Ripeta gli esami dopo almeno 3 mesi di integrazione. Un cordiale saluto. Pietro Putignano

......

Scusate io sto prendendo la paroxetina per la depressione però mi fa gonfiare volevo chiedervi non c'è una pastiglia per sgonfiare oppure cosa posso fare

Gentile utente,

Il "gonfiore" di cui parla è da intendersi come ritenzione idrica, un effetto collaterale che si può osservare in corso di terapia con paroxetina. In alcuni casi, con il proseguire della terapia, certi effetti collaterali possono ridursi o scomparire del tutto.
Le consiglio quindi di rivolgersi al collega che le ha prescritto la paroxetina riferendogli questo disturbo, in modo che possa tranquillizzarla su questo aspetto e, eventualmente, aggiustare il dosaggio di farmaco e/o modificare la terapia.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Scusate io sto prendendo la paroxetina per la depressione però mi fa gonfiare volevo chiedervi non c'è una pastiglia per sgonfiare oppure cosa posso fare

Gentile utente,

Il "gonfiore" di cui parla è da intendersi come ritenzione idrica, un effetto collaterale che si può osservare in corso di terapia con paroxetina. In alcuni casi, con il proseguire della terapia, certi effetti collaterali possono ridursi o scomparire del tutto.
Le consiglio quindi di rivolgersi al collega che le ha prescritto la paroxetina riferendogli questo disturbo, in modo che possa tranquillizzarla su questo aspetto e, eventualmente, aggiustare il dosaggio di farmaco e/o modificare la terapia.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Salvemi mi chiamo Paolo sono un ragazzo di 33 anni alto 1,73, corporatura media .
Dopo le analisi del lavoro ho scoperto di avere la glicemia secondo delle statistiche alta, cioè 100 .
Questo a ottobre 2015, da allora ho iniziato a camminare almeno 40 minuti la sera almeno 4-5 volte volte la settimana e seguire una dieta
senza zuccheri semplici ,più frutta e verdura,legumi ,meno carboidrati, meno grassi, bibite zuccherate ,gassate ecc. e dopo tutto ciò ho perso 5-6 kg
ma la glicemia altalena comunque dai 95 ai 105, poche volte anche 110. Il mio medico mi dice che non ho niente e che è normale
fino a 140 ma io gli ho detto che si stava sbagliando e quei valori sono dei diabetici, comunque mi mandato a fare la glicata che è di 5.1 con IFCC 32 e glicemia 105 . cosa mi consiglia di fare e a chi rivolgermi visto che il mio medico il prediabete non sa neanche che esista e quantomeno i suoi rischi col passare degli anni. Prevenire è meglio che curare ma non so più come farmela abbassare.
Grazie in anticipo Cordiali saluti.

Gentile Paolo,

Da quanto ha scritto, Lei è sicuramente una persona molto attenta alla sua salute, e questo è estremamente importante in quanto consente di attuare tutte le strategie preventive, evitando di dover intervenire quando ormai è troppo tardi.
Per quanto riguarda i valori di glicemia che riferisce (intorno ai 100 mg/dl), come Lei giustamente dice, sono un campanello d'allarme per lo sviluppo di diabete mellito. Ci troviamo difatti al limite di un'alterazione nota come "alterata glicemia a digiuno", una condizione che può precedere lo sviluppo di diabete. I valori di emoglobina glicosilata, un parametro che fornisce informazioni sul compenso glicemico degli ultimi 2-3 mesi, sono perfettamente normali, e questo è un dato positivo. Tuttavia, per inquadrare meglio il Suo caso, Le consiglio di effettuare un esame chiamato OGTT (piu volgarmente, curva da carico orale di glucosio) con determinazioni della glicemia a 0', 30', 60', 90, 120', corredata di curva insulinica. Questo esame fornirà informazioni più precise riguardo al suo metabolismo glucidi. Nel frattempo mantenga le buone abitudini di stile di vita che ha acquisito.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Buona sera dr. Recentemente ho effettuato delle analisi del sangue e sono stati riscontrati dei valori alti riguardanti i trcliceridi 279 e il colesterolo a250.ho 61 anni peso 77kg e faccio l'impiegato.potrei conoscere eventuali rimedi? Grazie

Buongiorno, in aggiunta ad una dieta con pochi grassi di origine animale e a tenore controllato di zuccheri semplici e complessi, le consiglio di aggiungere un integratore a base di berberina 500 mg a pranzo e uno contenente almeno 1000 mg di omega 3 (a colazione e a cena). Ripeta gli esami dopo almeno 3 mesi di integrazione. Un cordiale saluto.
Pietro Putignano

......

Dieta alimentare , ho terapia farmacologia senza effetti indesiderati.

Buongiorno,
potrebbe esplicitare meglio la domanda?
Grazie
Pietro Putignano

......

Buongiorno, ho ritirato analisi e colesterolo a 250 mai successo devo prendere qualcosa oppure aspettare e ricontrollare con analisi.
Con la nuova legge le analisi s possono ripetere ogni tre mesi. grazie da anna maria

Gent.ma sig.ra Anna Maria, purtroppo il semplice dato di un colesterolo totale a 250 mg/dl è un po' poco per stabilire se vi sia la necessità di un intervento farmacologico e di che livello.
Per poterla aiutare abbiamo bisogno di altre informazioni: età, altre patologie in corso di trattamento, presenza di abitudine al fumo, familiarità per patologie cardiovascolari o cerebrovascolari, valori del restante profilo lipidico (trigliceridemia, colesterolo HDL).
Istintivamente le rispondo di cercare di adottare uno stile di vita il più salutare possibile: alimentazione adeguata (ricca di fibre, povera di grassi saturi, ricca in pesce, etc...) e attività fisica costante (camminare, andare in bicicletta, fare le scale, ballare, fare sport a livello anche agonistico, etc...).). Si rivolga poi anche al suo medico curante che la saprà certamente consgiliare al meglio se avrà a portata di mano tutte le informazioni che le ho indicato sopra. Ma resto sempre a sua disposizione per una eventuale seconda opinione.
cordialmente


Roberto Serra

......

Buonasera, soffro di ipercolesterolemia familiare, trattata con atorvastatina 20mg. da molti anni che ogni tanto sopendo per qualche settimana per non affaticare troppo il fegato, all'ultimo controllo ho 231mg/dl totale, 152 LDL, 72 HDL, potrei risolvere con questo integratore e sospendere il Torvast?, grazie.

Gentile signore/a,

nel suo caso (ipercolesterolemia familiare) è molto importante che la terapia venga seguita in maniera costante per tutta la vita. Lei parla di "affaticamento" del fegato ma, se il suo medico non ha mai riscontrato problemi di questo tipo con l'atorvastatina, il mio consiglio è di non sospenderla MAI. Qualora, invece, avesse riscontrato un rialzo delle transaminasi, ci sono molte altre molecole tra le quali scegliere e, sicuramente, il suo medico saprà indicarle la più adatta a lei.
I valori che indica non possono essere valutati al di fuori del quadro clinico completo. Mi spiego: oltre all'ipercolesterolemia ha altri fattori di rischio cardiovascolare (ipertensione arteriosa, diabete melato, ecc)? Ha placche a livello delle arterie carotidi?

Sono certa che il suo medico potrà consigliarla nella maniera più corretta.

Cordialmente

Maria Perticone

......

operato al cuore per dissecaz aorta +tre by pass ho controllato i miei valori in ottobre 2015 :
colesterolo totale 179 hdl 31 trigliceridi 192
un mio amico cardiologo mi ha consigliato un farmaco contenente statine (di cui non ricordo il nome esatto (hasta...) vorrei il suo parere in proiposito.
Grazie cordiali saluti
carlo farchioni

Salve. Da quanto descrive, nel suo caso la terapia con statine sembra essere assolutamente necessaria. Per i soggetti che hanno avuto un evento cardiovascolare, come nel suo caso, si parla infatti di "prevenzione secondaria", che mira ad ottenere livelli di colesterolo LDL (quello cosiddetto "cattivo") inferiori a 70 mg/dl. Nel suo caso, questo target non è raggiunto. Inoltre, a prescindere dai livelli di colesterolo LDL, è importante ricordare i cosiddetti effetti pleiotropici delle statine, effetti cioè che agiscono a vari livelli nella riduzione del rischio di eventi futuri.

Cordialmente
Maria Perticone

......

salve ho questi valori :colesterolo totale 222 mg/dl,colesterolo hdl 48, trigliceridi 100, ho 59 anni,cosa dovrei fare.

Gentile utente, i dati da lei forniti sono insufficienti per poterle dare un consiglio mirato. Avrei infatti necessità di sapere se è uomo o donna, se ha fattori di rischio cardiovascolari (ipertensione arteriosa, diabete, ipercolesterolemia, fumo), se soffre di qualche patologia. Infatti, l'obiettivo di colesterolo a cui tendere, in particolare quello LDL, varia in base a numerosi fattori. I valori da lei indicati possono essere accettabili se non ci fossero altri fattori di rischio concomitanti.
Se vorrà fornirmi maggiori dettagli, sarò lieta di poter essere più precisa.

Cordialmente
Maria Perticone

......

Buongiorno, ho 60 anni, nelle ultime analisi il livello del colesterolo totale è 201. Il valore HDL è 79 (il foglio riporta max 60 come valore normale) e i Trigliceridi 84. Come valuta la mia condizione? Devo preoccuparmi? grazie e a presto Mario Tamburini

Buongiorno,
stia tranquillo poichè nella grande maggioranza dei casi il riscontro di un valore elevato di colesterolo HDL rappresenta un fattore protettivo per le malattie cardiovascolari. Inoltre, il suo valore calcolato di colesterolo LDL (105 mg/dl) rientra nei livelli di normalità. Prosegua con uno stile di vita sano (dieta povera in grassi animali abbinata ad attività fisica regolare). Non sono necessari al momento integratori specifici.
Buona giornata
Pietro Putignano

......

Ho il colesterolo totale a 243, HDL 63- trigliceridi 85. Sono allergica al nickel. Ritiene debba assumere le capsule di Colesia?. Grazie. Francesca

In base ai valori riferiti lei ha un valore di LDL-colesterolo di 163 mg/dl.
Non mi è possibile calcolare correttamente il suo rischio cardiovascolare, perché non so la sua età, il sesso, né se assume farmaci per ipertensione o diabete o ha abitudine al fumo di sigaretta.
Se fosse un adulto giovane non fumatore e senza rischi correlati (ipertensione e/o diabete già diagnosticati), l'uso di un integratore alimentare a base di monacolina K come Colesia mi potrebbe permettere di ottere una discreta riduzione dei valori di colesterolo totale e della componente LDL che forse potrebbe essere sufficiente a portarli al di sotto delle soglie di rischio (<140 mg/dl). In presenza di altri fattori patologici cui sopra si è fatto cenno, il target da raggiungere per LDL colesterolo è molto ridotto (<100 o <70mg/dl) pertanto trovo molto difficile che si possa raggiungere il target solo con l'integratore e quindi si potrebbe pensare al ricorso ad una terapia con statine


Dott. Roberto SERRA

......

peso 85 kg altezza 1,78 trigliceridi 202 colesterolo totale 240 glicemia 103(digiuno) emoglobina glicata 58. sono nella norma?

Gentile utente,

dai valori che indica posso dirle che sicuramente ha un'alterata glicemia a digiuno (valori normali <100, lei ha 103), per i quali le consiglio di effettuare una curva da carico orale di glucosio (o OGTT) per escludere l'eventuale presenza di diabete o pre-diabete. Il colesterolo totale è leggermente aumentato, ma bisogna vedere com'è il colesterolo "cattivo", cioè quello LDL. Lo stesso dicasi per i trigliceridi.
Tuttavia, non sapendo il suo sesso, la sua età, e se vi sono altri fattori di rischio cardiovascolare, al momento non posso darle ulteriori consigli.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Buongiorno mi è stata diagnostica una dislipidemia diabetica ma non ho capito bene di cosa si tratta. Sarò malato a vita, dovrò prendere una terapia per sempre o è reversibile?

Gentile utente,

da quanto mi dice mi sembra di capire che Lei sia diabetico/a e, oltre al diabete, Le è stata diagnosticata anche la dislipidemia. Nei pazienti diabetici, infatti, è molto frequente riscontrare anche delle alterazioni lipidiche. Poiché i pazienti diabetici sono ad elevato rischio cardiovascolare, è molto importante tenere sotto controllo tutti i fattori di rischio, compresi i valori di colesterolo, in particolare di quello LDL. Non avendo alcuna indicazione sui valori di colesterolo e trigliceridi, Le consiglio di rivolgersi allo specialista che la segue per il diabete, il quale saprà sicuramente consigliarLe la terapia più adeguata.

Cordialmente

Maria Perticone

......

Che differenza tra i trigliceridi alti e il colesterolo alto? Mia madre ha entrambi i valori elevati, ha 74 anni e vorrei capire se ci dobbiamo preoccupare. Grazie

Il colesterolo e i trigliceridi sono due tipi di grassi completamente differenti. Entrambi hanno un ruolo non trascurabile nella genesi delle complicanze di tipo cardiovascolare come ictus e infarto. Inoltre un'ipetrigliceridemia è correlata anche all'aumento di altre complicanze come le pancreatiti acute.
Per entrambi questi elementi è consigliabile ridurre i valori ponendo attenzione agli aspetti dietetico-alimentari, all'adozione di stile di vita salutare con attività fisica costante eattenzione agli eccessi di peso.
Ma talora l'ipertrigliceridemia e l'ipercolesterolemia sono la manifestazione di una patologia geneticamente sostenuta: l'iperlipidemia combinata famigliare.
In questo caso sarebbe opportuno capire quanto siano elevati i valori di colesterolo e trigliceridi nel sangue dal paziente esi vi siano gà state delel complicanze cardiovascolare. Fondamentale poi è agire sui familiari discendenti del paziente in modo da prendere tutte le misure farmacologiche necessarie per ridurre i valori plasmatici di colesterolo trigliceridi al di sotto dei limiti di rischio individuale.
Si rivolga serenamente al suo medico di famiglia per avere ulteriori informazioni e per capire se la mamma necessita di una correzione farmacologica o meno e se vi è il dubbio di dover estendere le indiagini anche ai famigliari

Dott. Roberto Serra

......

Non riesco a dimagrire nonostante totale eliminazione di grassi e dolci. Mangio molte fibre, cereali, poca carne. Faccio attività fisica regolare, peso 67 kg, sono alta 1.58m e il mio BMI è 26.8

Buongiorno,
per dimagrire è necessario che la somma delle calorie necessarie per il suo metabolismo basale e l'attività fisica giornaliera sia superiore a quella apportata dai nutrienti che assume. Le consiglio di rivolgersi ad un medico esperto in nutrizione per redigere un piano dietetico ipocalorico bilanciato sulla base dei dettami della dieta mediterranea.
Cordiali saluti
Dr Pietro Putignano

......

Non riesco ad abbassare il colesterolo eppure sono sempre attento a tutto quello che mangio, a chi posso rivolgermi? Nutrizionisti e dietologi ne ho visti a bizzeffe ma senza particolare successo. Sono un uomo di 53 anni colesterolo totale 200, peso 76 chili. Mi devo preoccupare? Grazie

Gentilissimo signore, la problematica da lei esposta (elevati valori di colesterolo nonostante una corretta alimentazione), probabilmente necessita di ulteriori approfondimenti. Infatti, in molti casi, l'ipercolesterolemia non dipende solo da ciò che si mangia, ma ci sono altri fattori, primi fra tutti quelli di predisposizione genetica, che possono far aumentare i livelli di colesterolo. Infatti, il colesterolo può aumentare sia per un'aumentata sintesi dello stesso, sia per un aumentato assorbimento del colesterolo introdotto con la dieta. L'influenza dei fattori genetici è particolarmente evidente nelle forme familiari di ipercolesterolemia e/o ipertrigliceridemia: in questi casi la maggior parte dei membri di una stessa famiglia soffriranno di elevati valori di colesterolo e/o trigliceridi, che rispondono solo al trattamento farmacologico.
Nel suo caso specifico, sarebbe interessante sapere se altri membri della sua famiglia (genitori, fratelli, zii, figli) hanno valori elevati di colesterolo e/o trigliceridi, o se hanno avuto eventi cardiovascolari (infarto, ictus, prima dei 45 anni). Sarebbe inoltre fondamentale conoscere il valore non solo del colesterolo totale, ma anche dei trigliceridi, del colesterolo HDL e del colesterolo LDL; è infatti quest'ultimo quello più pericoloso per la formazione delle temute placche a livello delle arterie, da tenere eventualmente sotto controllo. Infine, bisognerebbe sapere se oltre a questo problema soffre anche di altre patologie (diabete, ipertensione, ecc.) e qual è il suo indice di massa corporea, per calcolare il quale è necessario avere anche il parametro dell'altezza.
Il mio consiglio è quindi quello di rivolgersi ad un internista, o comunque ad uno specialista in dislipidemie, che possa guidarla verso una diagnosi ed un'eventuale terapia.

Saluti

Dott.ssa Maria Perticone

......

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.