TRIGLICERIDI

Fast food: cuore a rischio, e non solo

Il “cibo veloce” rappresenta un rischio per la salute cardiovascolare. Non solo perché “frettoloso” e poco diversificato, ma soprattutto perché contiene troppi grassi saturi e zuccheri che causano l’aumento del …

Trigliceridi e colesterolo, quanto ne sappiamo?

È noto come con un’alimentazione non bilanciata e ricca di grassi si alzino i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue, e con essi il rischio cardiovascolare, ma quali sono le differenze tra queste due sostanze?

Cosa sono i trigliceridi?

Cosa sono i Trigliceridi? Perché per la nostra salute cardiovascolare è così importante mantenere sotto controllo i loro livelli nel sangue? Ce lo spiega in questa breve videointervista il Lipidologo Prof. Roberto Volpe.

Ipertrigliceridemia: cos’è e come combatterla?

Evidenze scientifiche suggeriscono che un livello elevato di trigliceridi rappresenti un fattore di rischio cardiovascolare indipendente, ovvero che si manifesta anche in assenza di altri fattori di rischio per il cuore.

Importanza e ruolo dei trigliceridi

I trigliceridi non sono solo un fattore di rischio cardiovascolare, quando i loro livelli nel sangue sono troppo elevati, ma svolgono anche un’importante funzione di “serbatoio energetico” per il nostro organismo. Guarda la videointervista al Prof. Roberto Volpe.

Trigliceridi elevati: le cause alimentari

Le calorie in eccesso introdotte con l’alimentazione si accumulano in forma di trigliceridi, che il nostro corpo utilizza come “riserva” energetica. Dieta sana, attività fisica e assunzione di Omega-3 aiutano a contenere la crescita del loro livello nel sangue.

Trigliceridi alti: le cause secondarie

L’ipertrigliceridemia è la condizione in cui i livelli di trigliceridi nel sangue sono elevati. La causa principale è da cercare in stile di vita e alimentazione. Ma possono esistere diverse cause “secondarie”, come ad esempio altre patologie, età o assunzione di farmaci.

Le cause fisiologiche dei trigliceridi alti

In alcune condizioni fisiologiche, come ad esempio durante la gravidanza, le concentrazioni plasmatiche dei lipidi subiscono normalmente delle variazioni in base allo stato ormonale dando però raramente conseguenze cliniche.

Le cause genetiche dei trigliceridi alti

L’ipertrigliceridemia rappresenta un fattore di rischio cardiovascolare indipendente e in caso di forme familiari il rischio di malattia vascolare precoce risulta significativamente aumentato.

Bambini obesi e rischio cardiovascolare

Un recente studio italiano, pubblicato su NMCD (Nutrition, Metabolism & Cardiovascular Diseases), ha evidenziato che la valutazione nei bambini obesi o sovrappeso del rapporto fra trigliceridi e colesterolo-lipoproteine ad alta …

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.